Pizza

Pizza margherita senza glutine e senza lattosio

Pizza margherita senza glutine e senza lattosio

Pizza milano senza glutine e senza lattosio

Pizza milano senza glutine e senza lattosio

Pizza trancio senza glutine e senza lattosio

Pizza trancio senza glutine e senza lattosio

Base per pizza e focaccia senza glutine e senza lattosio

Base per pizza e focaccia senza glutine e senza lattosio

Pizza prosciutto senza glutine e senza lattosio

Pizza prosciutto senza glutine e senza lattosio

Pizza capricciosa senza glutine e senza lattosio

Pizza capricciosa senza glutine e senza lattosio

Produzione di pizze senza glutine e senza lattosio: la risposta del mercato alle intolleranze alimentari

In tema di produzione di pizze senza glutine e senza lattosio si rende doverosa una premessa: è necessario sfatare infatti la falsa credenza per cui esse non sono buone e gustose quanto quelle tradizionali.

La pizza senza glutine, infatti, è saporita esattamente come quella che siamo da sempre avvezzi a gustare. Quello che cambia è solo la scelta degli ingredienti che sono diversi da quelli utilizzati negli impasti classici della pizza.

Affinché possa essere infatti consumata dai celiaci è necessario che tutti gli ingredienti di una pizza siano senza glutine, contraddistinti pertanto dalla dicitura “senza glutine” o dal simbolo che reca una spiga sbarrata.

E’ altrettanto importante, poi, che tutti gli utensili dei quali ci si avvale durante la preparazione del panetto non siano contaminati con ingredienti che contengono glutine.

Questo secondo aspetto potrà meravigliare molti.

Ecco perché non basta a volte il fai da te in cucina, il quale può risultare oltretutto dannoso se incauto e non consapevole.

Non è un caso che siano sempre di più coloro che si affidano a negozi specializzati nella produzione di pizze senza glutine e senza lattosio già pronte.

pizze senza glutine lattosio

Ricette di pizze senza glutine e senza lattosio

Una pizza croccante, golosa, ben lievitata ed altamente digeribile, fatta con farina senza glutine, è quello che di meglio un soggetto celiaco possa auspicarsi di gustare.

Se a questo impasto si aggiungono ingredienti adatti anche agli intolleranti al lattosio il successo a tavola è assicurato proprio per tutti.

Sostituendo infatti la mozzarella con il tofu la pizza è priva di lattosio, ma anche utilizzando mozzarella delattosata che regolarmente trovate al supermercato è possibile gustare una pizza priva di lattosio.

Così facendo la preparazione ottenuta sarà decisamente molto più leggera, con un’apprezzabile quantità di fibra.

Non resta dunque che proporre qualche utile ricetta.

Vediamo intanto quali sono gli ingredienti per l'impasto di 2 pizze senza glutine e senza lattosio da 32 cm:

  • 200 gr farina di riso integrale

  • 400 gr. di mix senza glutine

  • 1 cucchiaino di miele

  • 450 ml di acqua

  • 10 g. di sale fino

  • 25 g. di lievito di birra

  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Per condire:

  • 500 g. di tofu o mozzarella delattosata

  • 350 ml di passata di pomodoro

  • Sale fino q.b.

  • Basilico q.b.

  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai

  • Origano q.b.

Procedimento

Setacciare la farina disponendola su una spianatoia o in una bacinella formando una sorta di buco al centro. Andiamo a versare un bicchiere di acqua tiepida, il miele ed il lievito di birra facendo sciogliere il tutto.

In un altro bicchiere con acqua tiepida andiamo a sciogliere 10 g di sale aggiungendo l’olio.

Uniamo quindi alla farina il composto del miele e lievito e, per ultimo, anche la miscela di acqua con l’olio. Tenendo a parte un po’ di acqua tiepida e farina che ci aiuteranno a far raggiungere alla pasta la consistenza desiderata, procediamo ad impastare fino a formare un impasto elastico, morbido, ma consistente che andremo ad adagiare in una ciotola capiente, che avremo spolverizzato di farina.

Copriamo quindi la ciotola con un panno e andiamo a riporre l’impasto ottenuto nel forno spento.

Dopo circa un’ora, quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume potrà essere steso in una teglia, a bordi bassi, che avremo in precedenza unto di olio.

Lasciamo lievitare ancora per mezz’ora. Dopo tale lievitazione andremo a cospargere la pizza con la passata di pomodoro ed un po’ d’olio extravergine di oliva: andremo quindi ad infornare in forno già caldo per dieci minuti circa, a 200 °.

Estratta la pizza dal forno cospargerla con il tofu.

Andiamo quindi ad infornare per altri 5 minuti.

A questo punto la pizza è pronta.

Lievitazione

Chi abbia poco tempo a disposizione potrà di certo preferire impasti per pizza già pronti.

Esistono delle realtà altamente specializzate in grado di fornire impasti surgelati per pane e pizza senza glutine e senza lattosio che permettono a tutti gli amanti di queste golosità tutte italiane di tagliare drasticamente i tempi di preparazione della pizza.

L’azienda Farma&co, ad esempio, rappresenta il referente privilegiato per tutti coloro che, pur limitati da celiachia e intolleranza al lattosio, non intendono rinunciare alla golosità della pizza.

Si tratta di basi preparate e stese a mano già pronte per l’uso che garantiscono una conservazione sicura e tutta naturale senza nessun rischio di contaminazione con elementi contenenti glutine.

La lievitazione in questi impasti già pronti è determinante: i panetti infatti, prima di essere surgelati, sono oggetto di una lunga e meticolosa lievitazione in cella a 30° con 75% di umidità.

Questi sono preparati con lievito madre naturale: questo ingrediente, unito ad una lievitazione ad hoc, rende l’impasto croccante e adatto a tutti.

Ingredienti

Gli ingredienti principali delle basi per pizze gluten free sono: l’amido di mais, l’amido di frumento deglutinato, la fecola di patate, il grano saraceno, la farina di teff, la farina di lenticchie, la farina di riso integrale.

Esse vengono sapientemente sostituite alla comune farina così diffusa e popolare anche nelle nostre cucina casalinghe con risultati sorprendenti, apprezzati oggi dai soggetti vittime di intolleranze alimentari e non.

Il grano saraceno è un cereale ricco di proteine con alto valore biologico che può essere utilizzato da chi soffre di celiachia.

Detto anche “grano nero”, presenta caratteristiche qualitative simili a quelle dei cereali.

Non molto coltivato fino a un decennio fa, negli ultimi tempi si è visto protagonista di un’inversione di tendenza particolarmente significativa.

La farina di teff è di origine africana, il teff infatti è un cereale coltivato soprattutto in Etiopia e in Eritrea. E’ un prodotto senza glutine molto apprezzato sia per il contenuto di proteine e di ferro, sia per il particolare contenuto di fibre.

I semi di teff sono così piccoli che è impossibile separarli dal loro stesso involucro: la farina di teff è quindi integrale al 100%. Approdata di recente in Italia, la farina di teff è particolarmente richiesta e rende i panetti di pizza con essa ricavati dei prodotti davvero ricercati.

La farina di lenticchie è particolarmente ricca di proteine e carboidrati. Essa si ottiene dalle lenticchie verdi non decorticate macinate a pietra.

Particolarmente diuretica e ricca di fibre solubili ed insolubili, essa contiene anche le vitamine B1, B2, B3 e molti sali minerali come calcio, potassio, fosforo, ferro e zinco.

Il suo indice glicemico è particolarmente basso.

La farina di riso integrale si ottiene dal riso non privato della pellicina che ricopre il chicco.

E’ di colore scuro ed è ricca di fibre e sostanze con proprietà benefiche.

Decisamente quello che ne fa un ingrediente particolarmente prezioso è il suo indice glicemico basso. Grazie al contenuto di amido rende i cibi facilmente digeribili anche dalle persone che soffrono di intolleranze alimentari.

La pellicina che ricopre il chicco è ricca di fibre dai noti grandi benefici per il nostro intestino.

La ricchezza di queste farine, naturali, frutto di madre natura, unitamente ad una lavorazione saggia ed oculata, che evita ogni possibile anche indiretta contaminazione, fa delle pizze senza glutine e senza lattosio preparate a regola d’arte dei prodotti di altissima qualità e genuinità.